Salato/ Secondi di carne

Di cibo sano e homemade … Nuggets di pollo al forno


“Voti ogni volta che fai la spesa, voti ogni volta che schiacci il telecomando, 

ogni volta che vai in banca, sono voti che dai al sistema.”

padre comboniano Alex Zanotelli

Chi mi segue da un po’ già lo saprà che non amo affatto i prodotti ‘pronti’, sia quelli nel banco frigo che surgelati.
Le aziende che li producono non fanno affari con me.
Innanzitutto sono costosi, fateci caso alla differenza prezzo tra il prodotto fresco e quello pronto/surgelato, enorme.
Poi, cosa non da poco, NON SAPETE COSA CI METTONO DENTRO.
E, cosa assurda, sembra non lo sappiano (o ci provano..) nemmeno le aziende produttrici.
Questo alla luce delle giustificazioni che hanno avanzato per giustificarsi (‘non ne sapevamo nulla’….cit. caso carne di cavallo trovata su prodotti che avrebbero dovuto contenere soltanto manzo).
Nello specifico per preparare i nuggets, cotolette e altri prodotti pronti con la carne di pollo, non ci sono pezzi di pollo intero, eh no.
Viene utilizzato un impasto di pollo (dove finisce dentro di tutto, ossa, occhi e quant’altro…)  tritato, aromatizzato e ricompattato. ‘Na bella schifezza insomma.
Come dice Martina, vedere cosa ci finisce dentro fa passare davvero la voglia di mangiarli.
Ma.
Visti i post di Martina prima e Michela poi.
Eccoli qui, HOMEMADE, con dei VERI pezzi di petto di pollo.
Io a dire il vero già facevo qualcosa di simile, il petto di pollo panato con i corn flakes e cotto al forno (visto da Benedetta Parodi…qualcosa si impara pure da lei, nonostante continui a cucinare con la besciamella pronta…Benedetta, Benedetta….), ma si sa, ai bambini i bocconcini piacciono di più.
Insomma il successo è garantito!
Io ne ho preparati parecchi e una parte li ho surgelati con FRESCO, risultato perfetto perché riposti poi nel sacchetto gelo, sono rimasti staccati uno dall’altro, così al bisogno posso cucinarne solo la quantità che mi serve e rimettere gli altri nel congelatore. Cosa che non succede congelando, la carne diventa un blocco unico che poi devi scongelare interamente.
In tema di qualità del cibo che mangiamo, vi lascio il link di un blog  qui, conosciuto grazie alla mia amica Roberta.
Leggetelo, fa davvero riflettere.
Decidiamo di ‘buttare dentro di noi’ solo cose sane, non ci vuole poi così tanto impegno.

 

 

NUGGETS HOMEMADE al forno

Ingredienti:

1 petto di pollo intero, disossato

2 uova biologiche

sale rosa dell’Himalaya qb

pane grattugiato qb

corn flakes qb

olio evo qb

foto di Roberta Morasco © Facciamocheerolacuoca?
 
 

Tagliate il pollo a cubetti.

In una ciotola sbattete le uova con un po’ di sale.

In un piatto  fondo unite il pane grattugiato ed i corn flakes schiacciati grossolanamente con le mani. Anche se rimane qualche pezzetto più grande va bene così.

Passate i cubetti di pollo prima nell’uovo e poi nel composto di pan grattato e corn flakes facendo aderire bene la panatura.

Mettete i cubetti in una teglia coperta di carta forno, irrorate con un filo di olio ed infornate (forno ben caldo) a 200° per circa 15 minuti e comunque fino a completa doratura.

OPPURE … li potete friggere in olio di arachide. Ovviamente sono ottimi!

FRESCO
foto di Roberta Morasco © Facciamocheerolacuoca? 
NUGGETS IN FASE SURGELAZIONE
foto di Roberta Morasco © Facciamocheerolacuoca?

 

E SURGELATI!
foto di Roberta Morasco © Facciamocheerolacuoca?

 

roby-antracite-300x75

You Might Also Like

42 Comments

  • Reply
    m4ry
    12 marzo 2013 at 16:47

    Brava, brava e ancora brava ! Condivido tutto ! Non ci vuole nulla a preparare queste cose in casa..e vuoi mettere ?? Ti mando tanti bacini mia bella cuoca 😉

  • Reply
    m4ry
    12 marzo 2013 at 16:49

    Ho perso il mio commento..mi ha dato errore..dicevo che condivido tutto ciò che hai scritto, e che non ci vuole davvero nulla a preparare queste cose in casa..e vuoi mettere in termini di gusto e salute ?? Non c’è paragone ! Ti abbraccio bella cuoca ! Un bacino 😉

  • Reply
    Patty Patty
    12 marzo 2013 at 16:52

    Monica li ho fatti venerdì sera…. ne ho fatti alcuni con i semi di sesamo altri con i semi di papavero… Hai ragionissima, ci vuol così poco, ma così poco…. Sono buonissimi fatti con i corn flakes… non li conoscevo (è un pò che non seguo la Parodi…). Bravissima, come sempre, un bascio!!!! Hasta Roma siempre!

  • Reply
    Signorina Silvietta
    12 marzo 2013 at 16:53

    Quoto in pieno… anche io non ho troppo amore per i surgelati…
    Inoltre da quando ho visto un video su come fanno a fare gli Hamburger di pollo.. non mangio più nemmeno quelli! Mamma mia che schifo!

    Quando al tuo di pollo.. che posso dire… non dico nulla va che è meglio.. mi limito a sbavare..

  • Reply
    Elle
    12 marzo 2013 at 16:59

    Cara Roby, che ragione hai. Purtroppo però, devo sfatare alcune tue convinzioni: neanche quando acquisti cibi freschi sai esattamente cosa mangi. Anni ed anni fa (ero ancora una bimba) avevamo le galline. Più di 200. Vendevamo le uova ai ristoranti e pure la carne. Ora i nostri polli erano allevati in modo bio: razzolavano per terra, nei campi e nel bosco dove ora ci sono le capre mangiando erba ed insetti. Tuttavia, necessitavano di un po’ di mangime ogni tanto (altrimenti i gusci delle uova si indebolivano e le galline mancavano di importanti elementi nutritivi). Il mangime ovviamente dovevamo comprarlo. E qui non sai cosa ci mettono dentro. Pian piano abbiamo venduto i polli e qualche anno dopo é emerso che nei mangimi già pronti (non solo per polli) ci mettevano degli ormoni. Ora ho le caprette, anche loro mangiano esclusivamente naturale. Eppure anche loro necessitano di vitamine. Malgrado dicano che sono naturali, scommetto che tra qualche anno anche li emergerà che c’é dentro qualche schifezza.
    Pur prediligendo anche io i cibi freschi e naturali, non é comunque detto che siano del tutto al riparo da schifezze (nemmeno se allevati da noi). Purtroppo il mondo é così. Ma sono convinta che buona parte di tutte ste storie sia inventata, sia una messinscena della concorrenza, delle grandi industrie farmaceutiche, etc.
    In fondo ci sarà un motivo per cui, seppur mangiando sempre più cibi preconfezionati, la società sta invecchiando più rispetto al passato…
    Comunque i tuoi chicken nuggets li avevo già addocchiati da Martina. prima o poi li proverò perché ancora una volta mi mettono l’acquolina. un abbraccio

  • Reply
    Michela
    12 marzo 2013 at 17:26

    Sei stata bravissima Roby!!! brava.
    Se è vero come dice Elle che di fatto non sappiamo mai quello che mangiamo, è vero pure che partire da materia prima è meglio che avere la pappa già pronta.
    fare una spesa consapevole dovrebbe essere dovere (e piacere) per ognuno di noi.
    Ti abbraccio!

  • Reply
    giovanna pisano
    12 marzo 2013 at 17:30

    mamma mia che buoni, e che belli che ti son venuti 🙂

  • Reply
    cadè
    12 marzo 2013 at 17:46

    Brava Roberta, condivido tutto!
    Anche qui prodotti pronti non ne entrano, tutto fatto in casa quando si può! Buonissimi i tuoi nuggets! Anche io faccio dei bastoncini di pollo con i corn flakes visti però in un blog tanto tempo fa, accompagnati da una salsa agrodolce sempre home made!
    Un abbraccio!
    Candida

  • Reply
    Roberta
    12 marzo 2013 at 17:55

    Ciao Roby! Anch’io li faccio home made ormai da un pezzo!! Poi ho un macellaio fantastico che mi vende ottima carne…
    Un abbraccione!

  • Reply
    cadè
    12 marzo 2013 at 17:55

    Non mi ha pubblicato il commento!
    Stavo dicendo che sono d’accordo con quello che hai scritto!Brava!
    Neanche qui entrano prodotti pronti, tutto fatto in casa se possibile.
    I tuoi nuggets sono buonissimi! Io faccio i bastoncini di pollo con i corn flakes, ricetta presa da un blog tanto tempo fa, accompagnati da una salsa agrodolce sempre home made.
    Un abbraccio
    Candida

  • Reply
    Ileana Pavone
    12 marzo 2013 at 18:06

    Concordo pienamente con te mia cara e questi bocconcini sono una meraviglia,ne ho fatti anche io di simili..Troppo buoni|

  • Reply
    Silvia- Perle ai Porchy
    12 marzo 2013 at 18:07

    Belli come il sole i tuoi nuggets! Anche io e il maiale vogliamo provare ad applicare quanto possibile questa filosofia… Vorrei tanto conoscere qualche allevatore e coltivatore fidato, ma qui a Roma é difficile, e spostarsi nel weekend con gli impegni che si rimandano la settimana risulta quasi impossibile! Dovró convincermi a visitare uno di questi Farmer’s market!!
    Bacioni cuocaaaaa!!!

  • Reply
    Monica Chiocca
    12 marzo 2013 at 18:15

    Stasera li faccio ! si si, magari quelli come hai detto tu con la panatura di corn flakes, mi hai fatto venir voglia… Adesso riflettevo…hai preparato una di noi! o il pollo non è gallina?insomma non ho mai capito se il pollo è gallo o gallina (guarda dove mi porta lo studio mio dio….)Un bacione
    p.s quando ci vediamo ad aprile mi spiegherai tutto e di più dell’abbattitore!

  • Reply
    Dani
    12 marzo 2013 at 18:33

    Roby non posso acrivermi alla categoria delle persone che mangiano sano con coerenza, perchè quando posso vado a mangiare la burgher king… (lo so lo so sono pessima non me lo dire) però ci sono cose che davvero non mangerei mai. Le crocchette così, le cotolette già pronte, cibi precotti congelati, mi terrorizzano! Le tue pepite hanno aspetto anche troppo invitante 😀
    Baciotti

  • Reply
    Chiara Setti
    12 marzo 2013 at 18:53

    Guarda, i tuoi sono anche più belli di quelli che puoi comprare già pronti..e poi con i corn flakes!! Una delizia

  • Reply
    Ketty Valenti
    12 marzo 2013 at 19:32

    Ma guarda l’abbattitore! deve essere comodissimo.
    Questi bocconcini ti son venuti un’amore e che buoni devono essere.
    A presto cara
    Z&C

  • Reply
    Francesco82
    12 marzo 2013 at 20:08

    Complimenti per questi deliziosi enuggets!!
    e complimenti per la tua prova home made!!
    Un abbraccio Roberta e a presto (spero)
    Baci
    Francesco

  • Reply
    cliv
    12 marzo 2013 at 20:42

    Evviva l’home made!

  • Reply
    Federica
    12 marzo 2013 at 20:48

    Condivido in tutto e per tutto quello che hai detto. Anch’io non ho mai usato cibi pronti. Sarà che da piccina ho sempre visto mamma fare le nottate in cucina pur di preparare lei tutto in casa nonostante fosse tutto il giorno fuori per lavoro, che è fuori della mia logica ricorrere a questa categoria di prodotti. Unica cosa il pesce surgelato (nudo e crudo!!!), quello sì, non avendo la possibilità di acquistarne di fresco spesso come vorrei. Se mai vi venisse la tentazione dei piatti pronti penso mi basterebbe leggere solo la metà della lista di ingredienti per farmela passare al volo.
    Penso che il più delle volte non si tratti di mancanza di tempo quanto piuttosto di pigrizia mentale perchè in fondo, con un minimo di organizzazione, si fa prima a fare che a dire. basta volerlo. Le tue pepite di pollo sì che mi attirano e con quella panatura ai corn flakes devono avere proprio una bella crosticina croccantosa. Un bacione, buona serata

  • Reply
    La cucina di Esme
    12 marzo 2013 at 21:01

    li faccio anche io con quella panatura e piacciono a tutti grandi e bambini e sono senza schifezze aggiunte, però che fortuna poterli surgelare con Fresco:)
    baci
    Alice

  • Reply
    La cucina di Esme
    12 marzo 2013 at 21:02

    Non mi ha preso il commento credo…uffa.. comunque dicevo che li faccio anche io sono deliziosi e senza schifezze aggiunte!
    baci
    Alice

  • Reply
    IsabelC.
    12 marzo 2013 at 21:16

    E’ un pezzo che non ne compro più, anche se erano la mia passione: compri, scaldi e mangi! Ora non è più così, meno male!
    Come dico sempre, più il cibo è elaborato e più è misterioso il contenuto
    Ciao
    Isabel

  • Reply
    Roberta Morasco
    12 marzo 2013 at 21:46

    Ciao amici!!!
    …ma cos’è che in tanto avete avuto problemi a postare il commento…ehi blogger non fare mica scherzi strani..:-( ..
    @Elle: hai ragione, anche la materia prima sarebbe utile cercare di procurarsela da fornitori di fiducia, ma tutto non si riesce sempre a fare..l’ideale sarebbe di mangiarne meno possibile, di carne.
    E comunque anche su frutta e verdura ci sarebbe da aprire un capitolo…è contaminata pure la buccia delle mele e pere biologiche, magari in minima parte, ma lo è..quindi, che fare? Ridurre al minimo i rischi, difendersi meglio che si può. Farsi le cose in casa è sicuramente un passo. 😀
    Grazie, ciao!!!

  • Reply
    Simona Roncaletti
    12 marzo 2013 at 21:57

    Mi trovi completamente d’accordo, anch’io cerco di evitare i cibi già pronti solo da scaldare, compro invece pesce e verdura surgelate, crudi però, non già lavorati!
    Questi nuggets sono favolosi!!!! Bravissima!;) Un bacione!

  • Reply
    Tiziano
    12 marzo 2013 at 22:09

    Complimenti io guardo e assaggio
    buonissimi ciao!

  • Reply
    sandra indovinachivieneacena
    13 marzo 2013 at 7:55

    mia nonna no ha mai usato neanche il dado: io voglio vedere quello che mangio, diceva, e la mia mamma pure. e cosa potevo fare io? non ho mai neanche pensato di comprare le buste pronte e in quando a bocconcini pronti…. mi hanno sempre dato un senso di …. paura? che ci sarà mai dentro? visto quello che poi ho scoperto ci mettono dentro ringrazio le mie donne che mi hanno insegnato che bisogna vedere quello che si mangia!
    baci e complimenti ai nuggets… ma vuoi mettere?
    baci
    Sandra

  • Reply
    Valentina Marangoni
    13 marzo 2013 at 10:58

    Tesoro, Dio solo sa quello che ci fanno mangiare le grandi industrie alimentari, Dio solo sa cosa si nasconde dietro alle belle confezioni, alle false promesse e ahimè … anche alle etichette (manco più di queste ci possiamo fidare!)
    Poi mi chiedo, se l’Italia è uno dei paesi più rigidi sulla legislazione igienico/alimentare, cosa mangiano negli altri paesi?
    Da un po’ di mesi ogni volta che acquisto un prodotto etnico (e tu sai quanto sono amante del genere) lo esamino 100 volte prima di convincermene …
    Lo dico sempre: dovremmo tornare ad acquistare dal piccolo agricoltore, dall’allevatore, dagli artigiani, la grande industria purtroppo li sta giorno dopo giorno schiacciando e a tutti noi non resterà altra soluzione che acquistare questi cattivi prodotti 🙁
    Nel nostro piccolo dovremmo tutti cambiare direzione … tu con i tuoi bellissimi nuggets l’hai fatto anche oggi 😉
    Un bacione Roby!
    ps: voglio il tuo frescooooooo …. uffa! 😉

  • Reply
    Claudia
    13 marzo 2013 at 11:30

    Lo so.. hai perfettamente ragione me ne rendo conto.. ma credimi.. epr me che sto fuori casa dalle 7.30 della mattina alle 7 della sera.. non semrpe ho voglia di mettermi ai fornelli.. e preparati pronti mi fanno comodo.. Buonii tuoi nugget.. ma fichissimo quell’arnese.. Fresco!!! .-)) smackkk

  • Reply
    Roberta
    13 marzo 2013 at 11:32

    Eh Roby, già sai che io sottoscrivo anche con il sangue, se necessario, le tue parole e la tua filosofia! E’ vero, nulla è sicuro al 100% oggi, ma più ci impegniamo ad avere cura nella scelta di ciò che mangiamo, più si abbassano i rischi di incorrere in sofisticazioni alimentari…insomma, si fa quel che si può, guadagnandone comunque in soddisfazione, oltre che in salute!
    Detto ciò, son contenta che ti sia piaciuto quel post….a me invece piacciono tanto questi nuggets 🙂
    Baci tesoro, a presto, alèèèèèèèèèèè!!!!!

  • Reply
    Anonymous
    13 marzo 2013 at 12:48

    Ciao Robyyyy! da quanto tempo! Nn ti ho mai abbandonato in queste settimane e ti ho seguita quotidianamente ma, credimi anche se sembra inverosimile, nn avevo mai 30 secondi per scriverti…aaah tempus fugit!
    Ottima ricettina, la voglio provare prima che finisca la settimana (adesso sono carica di entusiasmo!) quindi grazie!
    Un abbraccio grande cara amica e buona giornata a tutte!
    Marinella

  • Reply
    ondinaincucina
    13 marzo 2013 at 15:12

    eh eh queste si che sono buone!!!
    bello questo post con tutto il passo passo con Fresco!!!
    E’ davvero utile!!!

  • Reply
    chiara stinghi
    13 marzo 2013 at 15:27

    Roberta condivido tutto dall’inizio alla fine… credo, come te, che la gente possa mangiare quello che vuole, ma abbia l’obbligo di SAPERE cosa mangia per poi poter SCEGLIERE. Credo che se mettessimo un po’ di consapevolezza in più in quello facciamo sarebbe tutto più facile… anche in cucina! Bellissima la frase di Zanotelli, mente illumina che ho avuto il piacere di conoscere.

  • Reply
    Berry
    13 marzo 2013 at 16:26

    Io ci provo gallinella mia…ci provo sempre di più a non comprare cibi pronti. Certo, ogni tanto ci scappa qualche cotoletta di soia e le verdure surgelate, essere single implica anche che se ti compri quintali di verdure devi poi cucinarli e congelarli…però cerco di prendere quelle al naturale!
    Ti abbraccio e…coccodè!

  • Reply
    Sonia
    13 marzo 2013 at 18:57

    ciao Roberta, che piacere venirti a trovare, il titolo del tuo blog è molto carino e anche il tuo blog. fai belle ricette 😀 ti seguo con piacere, a presto. Sonia

  • Reply
    Dolcemeringa Ombretta
    13 marzo 2013 at 21:31

    Roberta io ho visto un documentario su come li facevano e credimi ti passa la voglia davvero di mangiarli!!!! Anche con me non fanno affari quelli che producono le cose pronte , e poi dai basta un po’ di buona voglia e una bella ricetta e si possono fare in casa!!! I tuoi sono perfetti e con il tuo aiutante anche surgelati :))))
    Un bacione

  • Reply
    Federica Simoni
    13 marzo 2013 at 22:09

    buonissimo il pollo preparato così, uso anch’io i corn flakes anche per il pesce, mi piace molto!! ciaoo

  • Reply
    Maria
    14 marzo 2013 at 11:16

    Roby, cuánta razón tienes al decir que los productos precocinados que venden tienen mezclas extrañas y al final no sabe la persona lo que está comiendo..jamás los compro.
    !Qué ricos estos bocados de pollo con los copos de maiz y sin fritos,mucho más sanos.
    Muy buena la entrada, el platos, las fotografías…me ha gustado mucho querida.
    Mille baci e buona giornatta.

  • Reply
    Emanuela Ricami di pastafrolla
    14 marzo 2013 at 12:56

    Cara Robi, speriamo che il tuo (ed anche il mio) pensiero inizi a farsi strada tra la gente, prima di tutto non c’è parargone di sapore tra il tuo pollo e quello pronto e basta non ingurgitare ad occhi chiusi per rendersene conto, secondo anche se uno non ha proprio il tempo di prepararlo sai che ti dico: meglio una fetta di pane con l’olio!!!! Ovviamente anche quello di qualità! Baci Manu

  • Reply
    Emma Mon
    14 marzo 2013 at 13:59

    Ciao Roberta, arrivo direttamente dal gruppo facebook delle Bloggaline. Che bello il tuo blog. Anche io condivido con te, no ai prodotti pronti.
    Mi sono aggiunta ai tuoi followers.

  • Reply
    Roberta Morasco
    14 marzo 2013 at 20:44

    Ciaooooo ;-D..
    scusatemi tanto ma rispondervi uno per uno in questi giorni mi è davvero impossibile…
    Ho letto tutto. Mi fa un piacere immenso vedere che è ritornata Marinella..ciao, felice di leggerti!! ;-)..mi sei mancata!
    Un caloroso benvenuto a nuove amiche, Sonia ed Emma 😉 …passo da voi!
    E sempre grazie a chi conosco già, sono felice che condividiate quello che penso, il CIBO è una cosa seria! 😉

  • Reply
    Monique
    17 marzo 2013 at 18:05

    Ciao cara!!
    Hai aperto un capitolo senza fine! ;-))
    Io sposo la teoria del di tutto un pò eliminando ovviamente i cibi pronti, ci mancherebbe.
    Ultimamente sento di molte persone che hanno abbandonato la carne perchè “hanno scoperto” come vengono allevati gli animali … io però non mi fiderei nemmeno molto di come vengono prodotte le verdure e la frutta …
    Favolosi i tuoi nuggets … ideali soprattutto per i più piccoli!!!
    Molto comodo il Fresco, ce l’ha una mia amica … purtroppo però non è per tutte le tasche e soprattutto occorre avere un determinato spazio in cucina per riporlo!
    Ad ogni modo con il freezer normale, per non far attaccare tutta insieme la carne (o le fettine di pesce), basta solo distanziare ogni pezzo con della carta forno.
    Si prende poi dal sacchetto solo i pezzi che interessano!
    Un bacioneee

  • Reply
    Roberta Morasco
    17 marzo 2013 at 18:44

    Ciao Monique!
    E’ vero quello che dici sulle verdure purtroppo….nemmeno quella bio è sucira al 100%, del resto se acqua e aria sono contaminate..:-/..
    Il Fresco è un po’ più costoso di un microonde, ma merita l’acquisto, per il risparmio perché consente di prepararsi tante cose da sè sia perché gli alimenti durano di più e se ne buttano meno se ne sfruttiamo le potenzialità..poi quando ho sentito quanto costano le pentole AMC..scusa, ma secondo me in confronto è regalato…Comunque il problema non è soltanto il fatto che si attaccano le bistecche MA che il freezer NON è fatto per surgelare, ma solo per mantenere surgelato, quindi surgelare con il freezer è sbagliato…se metti un alimento a temperatura ambiente automaticamente alteri quello che è già surgelato all’interno..
    Baci!

  • Leave a Reply