Colazione e merenda/ Dolce/ Dolci da credenza e crostate

Apple pie

 

Sono stata talmente presa da tante (troppe) cose nelle ultime settimane da non aver trovato nemmeno il tempo di comunicare il cambio di ‘casetta’ del blog.

Il cambio per ora è solo di ‘casa’, nessun restyling ché non ho avuto tempo, ma non escludo di rinnovare anche il logo prossimamente!

Eh già, periodo di trasformazione e cambiamenti questo!

Lo dice pure il mio oroscopo. Saturno esce dal Sagittario (finalmente!) e questa dipartita si dice porterà una vera e propria rinascita per chi è nato sotto questo segno.

Chissà. Non sono una che crede agli oroscopi a dire il vero, ma la cosa certa è che il bisogno di cambiamento me lo sentivo dentro, e da troppo tempo ormai.

Sta arrivando un compleanno importante, un passaggio forse un po’ scomodo e difficile da digerire (porca miseria se passano in fretta gli anni!), sicuramente una tappa della vita che impone maggiore consapevolezza di noi stessi, del nostro valore e soprattutto nel valutare ed affrontare le cose.

Una consapevolezza che porta con sé la sicurezza e il coraggio di cambiare tutto quello che non è fatto per noi.

Lo so che non è un post natalizio, ovunque vedo panettoni, pandoro, biscotti e ginger bread … ma questo dolce ce l’avevo pronto in archivio da un po’ e, tutto sommato, una torta di mele profumata alla cannella fa sempre festa e va sempre bene, che dite?

Io vi accolgo nella nuova casetta con questa Apple Pie, la cui ricetta arriva da un libro che amo sempre molto e corro a preparare i bagagli, ché Amsterdam ci attende per festeggiare un compleanno importante.

Ricettina?

 

 

APPLE PIE (da ‘California Bakery – i dolci dell’America’)

Ingredienti

Pie crust

150 g farina di farro bio

100 g farina tipo 1

160 g burro freddo

4 g sale fino

10 g zucchero semolato (ca. 2 cucchiai)

90 ml acqua ghiacciata

10 ml di aceto bianco o di mele (ca. 2 cucchiai)

Ripieno

6 mele (io royal gala)

1 limone (succo)

50 g zucchero semolato

15 g cannella in polvere

15 g farina bianca 00

2 g sale fino

15 ml panna fresca (1 cucchiaio)

Per finire

1 uovo

1 cucchiaio latte

zucchero semolato qb

Preparazione pie crust

Unite le farine in una ciotola con il sale e lo zucchero, a parte mescolate l’acqua con l’aceto.

In un’altra ciotola lavorate il burro freddo e gli ingredienti secchi con le lame di due coltelli in modo da ottenere un composto sbriciolato, unite poi poco per volta acqua e aceto, lavorando fino a formare un panetto liscio e compatto. Avvolgete nella pellicola per alimenti e fate risposare in frigorifero per almeno 30 minuti.

*Metodo veloce: inserite tutti gli ingredienti nel cutter e mescolate, quando otterrete il panetto estraete velocemente compattate con le mani e fate riposare in frigorifero.

Preparazione ripieno

Sbucciate le mele, eliminate il torsolo e affettatele abbastanza sottilmente, ponetele in un contenitore e unite il succo del limone, la cannella, lo zucchero, il sale, la farina e la panna fresca.

Mescolate bene e lasciatele riposare per 30 minuti.

Foderate lo stampo (diametro cm 24) con la carta forno, dividete l’impasto in due parti.

Stendete la prima parte e adagiatela sullo stampo facendola aderire bene. Riempite con le mele e pressatele un po’ con le mani affinché siano ben distribuite e compattate.

Stendete l’altra parte di impasto e adagiatela sopra, fate aderire bene le due parti sui bordi, ripiegandoli verso l’interno.

Tagliate la pasta in eccedenza quindi formate il bordo ondulato con le dita.

Spennellate tutta la superficie con l’uovo sbattuto insieme a poco latte e cospargete con una manciata di zucchero.

Fate dei tagli a croce al centro e infornate a  200° per circa 45-50 minuti.

Sfornatela e fate raffreddare una decina di minuti. Servite anche accompagnata con panna montata o gelato alla crema.

NOTA: Le mele più adatte sono le Granny Smith come indicato nel libro, perché mantengono bene la forma in cottura, io l’ho preparata anche con le Golden Delicious che sono le mie preferite in genere per i dolci ed è venuta molto bene. In questo caso ho utilizzato le Royal Gala ed il risultato è stato soddisfacente comunque.

La pie crust è un impasto molto simile alla pasta brisée, che si prepara sempre con burro ben freddo e acqua ghiacciata, ma a differenza della brisée contiene anche zucchero e aceto. Quest’ultimo non si sente affatto dopo la cottura ve lo posso garantire io che non lo uso in cucina perché ‘mezza’ astemia, evapora in cottura ed è indispensabile perché rende la pasta molto elastica, rendendo più agevole stenderla.

 

 

 

Vi racconterò il nostro viaggio ad Amsterdam sui social

non perdetevi le stories di Instagram,

appena possibile poi arriverò con un resoconto dettagliato qui nel blog.

Bye!

 

You Might Also Like

8 Comments

  • Reply
    Selene
    13 dicembre 2017 at 12:45

    eccoti! Mi piace moltissimo la tua nuova casetta e soprattutto questa APPLE PIE che ho da secoli in mente da preparare ma ho sempre timore di non riuscire a preparla al meglio!!
    Buon viaggio ad Amsterdam ^_^

    • Reply
      Roberta Morasco
      13 dicembre 2017 at 15:25

      Ma grazie Selene! io per le torte di mele ho proprio un debole sono le mie preferite! baciotto!

  • Reply
    Ros
    13 dicembre 2017 at 12:52

    Io adoro la apple pie la faccio spesso ma sai che non l’ho mai pubblicata sul mio blog? Sono una matta 😜
    Nuova casetta e inizio di cose nuove e belle ne sono sicura ma soprattutto te lo auguro di cuore 😍 buon viaggio ad Amsterdam e aspetto di vedere tante belle foto!!!!

    • Reply
      Roberta Morasco
      13 dicembre 2017 at 15:26

      Io come te, la faccio sempre e non l’avevo mai fotografata né pubblicata, ma adesso finalmente eccola! Una delle mie torte preferite! Grazie, non mancherò cercherò di raccontare la città nelle stories! Un abbraccione!

  • Reply
    Simona
    13 dicembre 2017 at 13:05

    Toc toc..permessooo !
    Ma che bella casetta accogliente..pure la torta!..grazie!!😉
    Complimenti Roby!

    • Reply
      Roberta Morasco
      13 dicembre 2017 at 15:26

      Grazie Simona!! Che bello leggerti, un caro abbraccio!

  • Reply
    Mary Vischetti
    13 dicembre 2017 at 15:38

    Roberta, ti capisco riguardo ai cambiamenti sai? Io quel compleanno li l’ho superato da qualche anno ormai ed è vero che con il suo arrivo giungono energie diverse, forti e tumultuose e arriva anche un po’ di insofferenza… Ma noi siamo donne, pronte a cambiare e ad affrontare nuove sfide sempre! La tue Apple Pie è semplicemente perfetta ed è molto natalizia! Negli USA è uno dei dolci più gettonati durante le festività!
    Un abbraccio grande Roby,
    Mary💝

    • Reply
      Roberta Morasco
      13 dicembre 2017 at 16:29

      Grazie Mary!
      Tu arrivi sempre con le parole giuste, sei una cara amica!
      Ti mando un grosso abbraccio anche io!

    Leave a Reply